Il nuovo libro di Stefano Zen Stampa
Scritto da Administrator   
Mercoledì 09 Gennaio 2013 17:59

Si comunica che è uscito l’ultimo libro di Stefano Zen, edito da Loffredo Editore (University Press) e intitolato Oratori devoti, combattenti spirituali, soldati di Cristo. Percorsi della perfezione cristiana in Italia nella prima età moderna [ISBN: 978875645922].

http://www.loffredo.it/home/art1/0/5167/14512/Oratori-devoti--combattenti-spirituali--soldati-di-Cristo.html

zen immagine copertina ritagliataLa perfectio costituisce nella prima età moderna un obiettivo-cardine del cattolico impegnato e colto nel suo itinerario verso il trascendente.

In tale contesto, la letteratura d’impianto controriformistico e la produzione ascetica esortano vivamente ad abbracciare la «milizia cristiana», ponendosi come meta la «perfezione della vita spirituale».

In questo libro l’autore prende in esame tematiche strettamente connesse tra loro: Filippo Neri e i suoi discepoli alle prese con l’ideale della ‘perfezione’ negli esercizi dell’Oratorio; la storia della milizia cristiana in età tridentina e postridentina; il modello di agonismo religioso espresso dal Combattimento spirituale dei Teatini, composto in forma anonima da Lorenzo Scupoli; l’impegno militante del gesuita Roberto Bellarmino e la fortuna europea del suo austero programma ascetico; la diffusione della letteratura del «soldato cristiano», dovuta essenzialmente all’influenza di un’opera come Il soldato cristiano di Antonio Possevino e prerogativa quasi esclusiva della Compagnia di Gesù, come testimoniano gli altri autori ignaziani Pedro de Ribadeneira, Thomas Sailly, Francisco Arias, PiotrSkarga e MatthaeusBembus.

Mentre la Controriforma devota amministra a fini pedagogici itinerari individuali di fede e di comprensione dei simboli religiosi, facendone l’esaltazione del sacro, Caravaggio riporta invece il dibattito sul terreno drammatico della testimonianza religiosa di vita intesa come ricerca. Nella Deposizione il Merisi conferisce assai probabilmente a Nicodemo il volto del Baronio, che indica un ulteriore percorso della ‘perfezione’: ritornare alle fonti più autentiche della fede e alla purezza della Chiesa apostolica.

Ne deriva un libro che esplora temi e problemi nuovi, o meritevoli di approfondimento, nel quadro tutt’altro che omogeneo della Controriforma e di alcune particolari esperienze di riforma religiosa caratterizzate, nel caso della sensibilità oratoriana, da un ritorno alla ‘perfezione’ della Chiesa primitiva.

 

Stefano Zen (Napoli 1962) è Dirigente scolastico dell’Istituto Superiore «Enrico De Nicola». Dottore di ricerca in Storia della società europea, ha svolto attività di docenza, come professore a contratto di discipline storiche, presso l’Università degli Studi di Napoli «Federico II» e in Scuole di perfezionamento post lauream. Si occupa prevalentemente di storia della cultura, della vita religiosa e dei rapporti tra Chiesa e Stato nella prima età moderna.
Ha pubblicato numerosi contributi in atti di convegni, volumi miscellanei e riviste scientifiche. Tra i suoi studi si segnalano: Baronio storico. Controriforma e crisi del metodo umanistico (Napoli, Vivarium-Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, 1994), un classico della storiografia contemporanea; Monarchia della verità. Modelli culturali e pedagogia della Controriforma (Napoli, Vivarium-Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, 2002); Società, cultura e vita religiosa in età moderna. Studi in onore di Romeo De Maio (Sora, Centro di Studi Sorani, 2009, come editor insieme a Luigi Gulia e Ingo Herklotz); Cesare Baronio sulla Donazione di Costantino tra critica storica e autocensura (in Censura, riscrittura, restauro, «Annali della Scuola Normale Superiore di Pisa», s. V, 2010, 2/1, pp. 179-219).

Si pubblicano in allegato la premessa e l'indice del libro.

Attachments:
Download this file (Zen, premessa & indice.pdf)Zen, premessa & indice.pdf[ ]181 Kb
Ultimo aggiornamento Mercoledì 09 Gennaio 2013 20:42
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando sul tasto "Accetto" si permette il loro utilizzo. Per maggiori informazioni sui cookies e sulle modifiche alle impostazioni del browser per bloccarli, consultare la cookie policy.

Accetto utilizzo dei cookies Chiudi il banner